A proposito di Kimi

Cena col Presidente–20/12/2013

Kimi Raikkonen better than expected so far says Ferrari

Kimi Raikkonen’s return to Ferrari is going better than expected based on the team’s early experiences with him, claims its president Luca di Montezemolo.

Although the Italian team and the Finn parted ways in difficult circumstances at the end of the 2009 Formula 1 season, they put their issues behind them earlier this year after agreeing a deal to reunite from next season.

Di Montezemolo has been impressed with Raikkonen’s attitude and expects the Finn will deliver a big boost to Fernando Alonso too.

"Kimi has been better than what I expected," said di Montezemolo during a lunch with media at Ferrari’s Fiorano test track.

"He has been welcomed by the fans all over the world, he is far more popular with the fans, and that is important inside the team."

Di Montezemolo has no concerns that the partnership will create any political tensions – and thinks that ultimately Alonso stands to benefit from Raikkonen’s support.

"What about [the comments that] putting them together – Alonso and Raikkonen – could be dangerous?" said di Montezemolo.

"In F1 I accept the attitude to equalise everything, sometimes too much, but everything provides potential dangers.

"I think Fernando knows that he drives not for himself but for Ferrari, and Raikkonen knows that he is in the second half of his career, and [there are] two very important years for him in front. Experience, responsibilities."

The president expects Raikkonen to make a bigger difference to Ferrari’s title prospects than predecessor Felipe Massa was able to in recent years.

"I think that the main reason why I am positive is because Kimi in particular in the races is very strong, so will be in condition to get points off even some of Fernando’s competitors to get points for the team.

"And he is a very correct guy. Since he has been with us we have not got even one moment of problems.

"They are responsible and I think the presence of Kimi will be extremely important and useful to not leave Fernando alone at the front of the grid to fight from the first lap to the end.

"[Stefano] Domenicali has spoken very clear to both of them, and they have the honour and the responsibility to drive for Ferrari.

"Every driver while I have been here knows that he has to drive not for himself but for the team.

"If some driver wants to drive for himself there are many possibilities, they can do their own team, they can go in a different team, but in Ferrari these are the rules – and that is very clear."

Da Autosport.com



Fernando Alonso: Kimi Raikkonen will be an asset to Ferrari in 2014

Fernando Alonso has no doubts that Kimi Raikkonen will be an important asset to Ferrari when he rejoins the team next year.

The Finn, who clinched the Formula 1 title with the Maranello squad in 2007, is replacing Williams-bound Felipe Massa alongside Alonso in 2014.

Although Alonso had said in the past that Massa was no slower than Raikkonen, the Spaniard insisted he rates the Finn, even though he admitted he is yet to form an opinion about him.

"There is a lot of misinformation about my new team-mate. You read things I said that I didn’t actually say. I think he can be an important asset to the team next year," Alonso told reporters during a Santander event in Madrid.

"Between Kimi and I, with 12 years of experience [each], that can help us develop the car in certain aspects that are new.

"I can’t give an opinion about Kimi because I don’t know him. There are others who can give opinions about others without knowing them, but I can’t.

"And having not shared a team with him, or having never spent more than 10 minutes with him, I can’t say what he’s like or who he is.

"With Felipe I shared four years and he was a good person, and we worked for Ferrari together in an efficient and professional way. I think Kimi will be the same, but it’s hard to give an opinion now.

"It’s important that we work together and that a red car, whichever it is, crosses the finish line first."

Although Ferrari endured a difficult 2013 and was no match for the dominant Red Bull, Alonso thinks there is reason to be confident for next year.

"This year we had a sad or disastrous year, according to some people," he said. "I think the reason to be more optimistic next year is that I’m at Ferrari, which is a top team which can do great things."

Da Autosport.com



LCDM e Alo-Kimi come Renzi-Letta

Come alcuni tra voi sapranno, io voglio molto bene all’avvocato Montezemolo.
Ammetto, contemporaneamente, che la partecipazione a 22 (ventidue) cene di Natale officiate dal medesimo talvolta evoca in me un sentimento analogo alla fantozziana reazione dinanzi alla Corazzata Potiomkin.
Però, sempre per amor di verità, stavolta LCDM alcune cose vagamente originali le ha raccontate.
Lascio a voi il giudizio, mettendole in fila, le cose esternate, secondo una schema random, basato sulla mia fragile memoria.
1) ‘Tutti dicono che la Ferrari ha un potere di veto sulle grandi scelte della F1. Di sicuro sono pronto ad esercitarlo qualora a qualche benpensante saltasse in mente di togliere Spa dal calendario del mondiale’.
2) ‘Non ho mai capito perchè ci fanno correre in luoghi dispersi, in angoli remoti della Corea o dell’India, dove a nessuno frega dei Gran Premi’.
3) ‘IL PRIMO PILOTA A GUIDARE LA NUOVA FERRARI A JEREZ NEL GIORNO UNO DEI TEST SARA’ RAIKKONEN’.
4) ‘Domenicali ha fatto bene a convincermi a riprendere Kimi. Quando l’ho incontrato un mese fa a Maranello, Raikkonen mi ha impressionato. Per voglia e determinazione’.
5) ‘Sono convinto che al finlandese i due anni di pausa abbiano fatto bene. Forse molta gente, in tutti gli ambienti, avrebbe bisogno di due anni di riposo’.
6) KIMI-ALONSO COME LETTA E RENZI? LO ESCLUDO, DOMENICALI SA BENISSIMO COME COMPORTARSI’.
7) ‘Voglio dire, abbiamo due piloti esperti e maturi. Entrambi conoscono il mondo Ferrari. Se non gli garbasse il nostro stile, sarebbero liberi di andarsene altrove. Ma non lo faranno’.
8) ‘ALONSO NON HA ALCUN ACCORDO CON LA MCLAREN DAL 2015. ANZI, HA UN CONTRATTO CON NOI E HA CHIESTO DI PROLUNGARLO’.
9) ‘Io su Fernando sono molto netto: è il più forte pilota in circolazione’.
(A questo punto un cronista, indovinate chi, si è alzato e ha detto: via, presidente, non esager4i, lei sa benissimo che Alonso NON è meglio di Vettel. Il cronista ero io ma non è vero che mi sono alzato, eravamo al terzo giro di prosecco. Segue risposta di Ciuffo The President.
10) ‘LEI PUO’ ANCHE NON CREDERMI, MA IO LE CHIEDO: E’ PIU’ DIFFICILE ARRIVARE TRE VOLTE SECONDO NEL MONDIALE SENZA MAI AVERE l’AUTO MIGLIORE O VINCERE 4 TITOLI CON L’AUTO MIGLIORE?’
(Io ero passato alle grappe e non ho risposto).
11) ‘Comunque Alonso sa di far parte di una squadra, a volte in un gruppo qualcuno sbaglia atteggiamento e il leader del gruppo interviene per correggerlo. E’ quello che ho fatto io dopo l’Ungheria, fine della storia e nessuno strascico’.
12) ‘La nostra coppia piloti 2014 è la più forte, insieme a quella della Mercedes’.
13) ‘Parlando bene di Alonso io non ridimensiono Vettel. E’ un grandissimo campione, Seb’.
14) nel 2013 abbiamo perso per tre ragioni. La prima: incapacità di sviluppare una macchina che non era nata male, tutta colpa nostra. La seconda: il cambio delle gomme imposto da ragioni di sicurezza, era inevitabile, non è stata colpa nostra, la stagione è stata alterata da quella vicenda. La terza: ci sono mancati i punti di Massa per la classifica dei costruttori, per il secondo posto dietro la Red Bull’.
15) ‘Chi scrive che la Red Bull vince spendendo meno di noi o è un disinformato o è un bugiardo’.
16) ‘Tornando a Massa, io gli vorrò sempre bene. Era venuto il momento di cambiare, per lui e per noi. Ammetto che forse abbiamo aspettato troppo. Ma lui con la Williams farà belle cose’.
17) ‘James Allison mi ricorda Ross Brawn, per anni non abbiamo avuto un vero direttore tecnico, ora ne abbiamo uno molto in gamba’.
18) ‘Allison’mi dà fiducia anche perchè può partire da tre certezze. Uno: nel 2013 siamo stati la miglior squadra per pit stop e strategie in gara. Due: finalmente la nostra galleria del vento è di nuovo operativa e abbiamo fatto grandi progressi con il simulatore. Tre: finalmente la aerodinamica conterà un po’ meno’.
19) ‘Il ritorno al turbo è eccitante per noi, per Mercedes, per Renault. Ne parlavo ieri con Lauda, finalmente le grandi aziende di automobile hanno di nuovo interesse a sviluppare ricerca per le corse sapendo che ci sarà una ricaduta sulla produzione industriale. Fino al 2013, a parte il kers la F1 non serviva a niente, per chi fabbrica auto. Per chi fabbrica bevande, magari il discorso è diverso’.
20) ‘A Le Mans vogliamo tornare davvero, ma prima del 2017 non si può fare’.
21) ‘Kimi rivoleva Stella, ma io gli ho spiegato che Alonso voleva Stella e così Kimi è contento di Spagnolo, che è molto molto bravo’.
22) ‘Spero che le regole tecniche per il 2014 siano trasparenti e non consentano trucchi. L’ho detto a Todt e a Ecclestone: ridatemi una F1 comprensibile per tutti, non è possibile che se non hai un pc sotto mano non capisci cosa sta accadendo sulle piste’.
23) ‘Se ci fosse la chance di schierare una terza macchina, la affideremmo ad un team americano, con un pilota statunitense’.
24) ‘Ecclestone? deve capire che siamo tutti mortali, compreso lui. Ma non potrà avere un erede unico, ci sarà una successione collegiale’.
25) ‘Ah, il nome della monoposto di Kimi e Fernando non lo sceglieremo noi, lo faremo decidere tramite social network dai nostri fans sparsi per il pianeta’.

Da Blog.quotidiano.net

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...