A proposito di Kimi

GP Cina, commenti del giovedì–17/04/2014

Raikkonen surprised by Ferrari F1 boss Domenicali’s departure

Kimi Raikkonen has admitted Stefano Domenicali’s departure from the Ferrari Formula 1 team took him by surprise, though he does not think it will disrupt the squad.

Domenicali resigned earlier this week in response to Ferrari’s poor start to the F1 season.

He has been replaced by Marco Mattiacci, formerly CEO of Ferrari’s North American operations.

"I think everyone is a bit surprised but obviously it was Stefano’s own decision as I understand it," said Raikkonen when asked by AUTOSPORT for his reaction to the shake-up.

"If he felt like that, fair enough. Life goes on.

"He was a great guy. I worked with him for many years and I spoke to him often. But that’s how it goes.

"We can handle this sort of thing."

Raikkonen said he knew little about Mattiacci – "I don’t know him. We’ve probably met before" – but thinks Ferrari’s management structure will ensure a seamless transition.

"He’s got great people around him to help him so I don’t see that there will be any issues," he said.

"I’m sure he’ll do everything in his power to push things forward."

The Finn backed team-mate Fernando Alonso’s insistence that replacing Domenicali with Mattiacci would not have an immediate impact on Ferrari’s form, although he believes steady progress is being made.

"Even if you change things around, you cannot make a miracle because we know where we are and we have to improve. It won’t change overnight," said Raikkonen.

"In the rules there is quite a lot of space for improvement. We can find quite big things suddenly. But it might be the same thing for other teams.

"We understand things better after a few races and we have already improved a lot since the first race. Obviously it’s hard to see it when everyone is doing the same.

"I think Bahrain was always going to be one of the most difficult races for us. But we have improved."

Da Autosport.com



Raikkonen: “Ho una miglior comprensione della vettura”

Shanghai, 17 aprile – Nella hospitality della Scuderia Ferrari all’interno del paddock che si affaccia sulla laguna, Kimi Raikkonen ha incontrato i giornalisti nel giovedì del Gran Premio della Cina. La prima cosa che la stampa ha voluto sapere è stato cosa ne pensasse dell’addio del team principal Stefano Domenicali: “Tutti siamo rimasti un po’ sorpresi, ma si è trattato di una decisione di Stefano” – ha commentato il finlandese – “Se si è sentito di fare così bisogna accettarlo, la vita va avanti. Personalmente io trovo tutto questo triste perché credo sia un ottimo ragazzo e perché ho lavorato con lui per molti anni. Le cose però sono andate in questo modo e sono sicuro che il team saprà gestire la situazione”.Kimi ha poi detto di avere già incontrato in passato l’uomo nuovo della Ferrari, Marco Mattiacci: “Però non lo conosco molto bene. Di certo qui troverà un grande gruppo di persone che lo accoglieranno e lo aiuteranno ad adattarsi rapidamente” – ha detto il finlandese – “Prevedo che non avrà problemi e sono sicuro che farà un ottimo lavoro per noi. Avrà tutto ciò che gli serve per farci crescere. Però non cambierà nulla nell’immediato dal momento che nessuno fa miracoli e che conosciamo il nostro attuale valore. Noi sappiamo in quali aree dobbiamo lavorare ma miglioramenti significativi non arrivano nel giro di una notte”.Raikkonen sostiene comunque di aver continuato a vedere dei progressi nelle ultime settimane: “All’ultima gara le sensazioni generali che avevo dalla vettura erano migliorate. Il problema in Bahrain è stato che eravamo un po’ troppo lenti” – ha affermato – “Mi aspetto che già in questo weekend avremo dei piccoli miglioramenti. Difficile dire quando saremo al livello che vogliamo, ma con le nuove regole c’è sempre la possibilità di fare grandi passi avanti improvvisi, anche se a volte si progredisce lentamente. Quello che è importante è che adesso abbiamo una migliore comprensione della vettura rispetto alle prime gare e che c’è già stata una grande crescita rispetto a Melbourne, un miglioramento che magari dall’esterno non è stato notato perché sono cresciuti anche gli altri. Sapevamo che quella del Bahrain sarebbe stata per noi una delle gare più difficili della stagione e sono fiducioso che qui le cose possano andare meglio”.

Da Ferrari.com

Da SkyF1:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...