A proposito di Kimi

Giornalisti autorevoli…–08/06/2014

Allievi: ‘Raikkonen non comunica… problema dalla nascita’

Dura critica di Pino Allievi nei confronti di Kimi Raikkonen, dopo che la Ferrari ha aggiunto David Lloyd a fianco del suo ingegnere di pista Antonio Spagnolo, con il compito di occuparsi delle comunicazioni col pilota.

La stagione del ritorno di Kimi Raikkonen in Ferrari continua a far discutere. Alla vigilia del weekend del Gran Premio del Canada, si è appreso che la scuderia di Maranello ha deciso di affiancare David Lloyd ad Antonio Spagnolo, ingegnere di pista di Iceman. I due si divideranno i compiti: Lloyd si occuperà delle comunicazioni con il pilota, Spagnolo lavorerà su dati e strategia.

Raikkonen nelle ultime due stagioni aveva avuto come ingegnere di pista Mark Slade, al suo fianco già ai tempi della McLaren. Nella sua prima esperienza con la Ferrari (2007-2009), Kimi aveva lavorato invece con Chris Dyer prima e con Andrea Stella poi. Quella con Spagnolo era dunque una nuova accoppiata, che fin dall’Australia ha mostrato però delle crepe. La decisione di inserire Lloyd è arrivata, non a caso, dopo l’episodio del tamponamento subìto da parte di Max Chilton a Monte Carlo in regime di Safety Car. Il finlandese non sarebbe stato al corrente del fatto che la Marussia dietro di lui aveva ricevuto il via libera dalla direzione gara per sdoppiarsi.

Su questa situazione Pino Allievi ha dato, al microfono di Franco Bortuzzo, un parere molto tagliente: “Raikkonen non è che comunichi bene, né con gli ingegneri né con sé stesso. Deve avere qualche problema dalla nascita. La Ferrari ha tentato di aiutarlo. Questo dimostra come la Ferrari gli sia vicina: oltre all’ingegner Spagnolo, che è bravissimo, gli hanno concesso di avere uno che gli traduce le cose al box, così le capisce meglio. Lui che già non capisce molto neanche il finlandese…“.

Rimanendo in ambito Ferrari, ieri nel box si sono visti Gene Haas e Gunther Steiner, al lavoro in vista dell’esordio in Formula 1 della nuova scuderia americana, a partire dal 2016. Scuderia che dovrebbe montare i propulsori di Maranello e avere il telaio prodotto dalla Dallara. Tra i nomi dei possibili piloti, si fa anche quello di Danica Patrick, la quale ha sicuramente due valide qualità per dare visibilità alla squadra: è donna ed è americana.

Anche su di lei Allievi si è espresso con parole molto dure: “Io mi auguro che nessuno pensi a Danica Patrick in Formula 1, perché sarebbe come portare una scimmia alla guida della Ferrari. È una che va forte sugli ovali, una montata terribile, una che non ha niente da dare alla Formula 1, se non il fatto che poi vai a vedere in Internet e non magnifica le proprie qualità di pilota, però si fa vedere in bikini facendo vedere qualcosa di più di quello che ti fa vedere una ragazza a Rimini…”

Da F1Passion.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...