A proposito di Kimi

Un buon investimento?–06/04/2015

Esponente di una classe di debuttanti mai così competitiva come quella di quest’anno, Felipe Nasr rigetta la qualifica di pay driver. Se è vero che la sua carriera è stata spinta negli ultimi anni dal munifico Banco do Brasil, il sudamericano ha comunque faticato per arrivare in alto. E, quando gli sponsor latitavano, ha ricordato di essere stato aiutato proprio da… Kimi Raikkonen.

Quinto al debutto in Australia, ancorché rivedibile nel torrido Gran Premio della Malesia, Felipe Nasr è indubbiamente un giovane che non sta demeritando di essere seduto su una monoposto di Formula 1. Troppe volte, negli ultimi anni, il suo nome è stato però un emblema del fenomeno dei pay driver, data la vicinanza con il munifico Banco do Brasil, che ha colorato di giallo-blu anche la Sauber C34 oltre che le sue vecchie monoposto di GP2.

Se è indubbio che per l’accordo con il team elvetico sia stato determinante l’apporto dell’istituto finanziario sudamericano, dall’altra parte, però, proprio Nasr ha ricordato di aver dovuto fare tanta gavetta prima di arrivare nella classe regina del motorsport. Una carriera, dunque, non sempre agevolata da sponsor personali, ma basata anzitutto su un talento che, come ricordato proprio dal ventiduenne di Brasilia, in passato ha ricevuto sostegno economico persino da parte di Kimi Raikkonen.“Kimi è stato uno di quelli che hanno investito dei soldi sulla mia carriera – ha spiegato l’alfiere Sauber intervistato da Canal Latin America, in riferimento al suo primo anno in Formula 3 con il Double R Racing, già Raikkonen Robertson Racing, fondato proprio da Iceman e dal suo manager – quando la mia famiglia non era in grado di sostenerne le spese”. Poi, in merito alle voci che lo accreditano come pilota con la valigia, ha ribadito quanto già dichiarato a inizio stagione: “Qual è il problema nell’avere degli sponsor sulla propria macchina? Non vedo poi grandi differenze tra l’essere supportato, per esempio, dalla Red Bull che ti paga per guidare, piuttosto che avere un diverso sponsor che ti segue passo dopo passo!”.

Da www.formulapassion.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...