A proposito di Kimi

Test Pirelli a Le Castellet–25/01/2016

Pirelli F1 wet tyre test: Daniel Ricciardo sets pace for Red Bull

Red Bull’s Daniel Ricciardo set the quickest time on the first Formula 1 test day of the 2016 season as Pirelli tested wet tyres at Paul Ricard.

He was the fastest of the three 2015-spec cars taking part in the two-day session at the sometime French Grand Prix venue.

McLaren test driver Stoffel Vandoorne was 0.4 seconds behind and second quickest ahead of Kimi Raikkonen’s Ferrari at a cool and overcast Ricard.

Both Red Bull and Ferrari completed 10 sets of 10-lap runs on a full-wet prototype tyre.

In total 285 laps were covered across the three teams.

McLaren didn’t finish its programme from Pirelli as Vandoorne stopped out on track shortly before the close of play due to an engine problem. His McLaren returned to the pits on the back of a flat-bed truck.

The two-day test has been organised by Pirelli so it can test new full-wet tyres.

The track was artificially soaked by sprinklers and each car left the pits at 10-seconds intervals, circulating for roughly 10 laps before returning to the pits so the track could be soaked again.

Pirelli has been working on a combination of different compounds, different tread depths and configurations, but as the temperature at the south of France venue never rose about 10 degrees centigrade conditions were not ideal.

The second and final day commences at 9.30am local time on Tuesday.

Sebastian Vettel will take over driving duties from Raikkonen at Ferrari, while Daniil Kvyat replaces Ricciardo at Red Bull.

Vandoorne will complete the second day for McLaren.

MONDAY RESULTS:

Pos  Driver             Team      Time       Gap      Laps
 1.  Daniel Ricciardo   Red Bull  1m08.713s           99
 2.  Stoffel Vandoorne  McLaren   1m09.131s  +0.418s  87
 3.  Kimi Raikkonen     Ferrari   1m09.637s  +0.924s  99


15.45 – Bandiera a scacchi, pit-lane chiusa e sessione terminata con un’ora di anticipo rispetto a quanto comunicato inizialmente da Pirelli. Il miglior tempo di giornata va quindi alla Red Bull di Daniel Ricciardo, che ha siglato il crono di 1’08″713 pochi minuti prima delle ore 13.00. Seguono poi nell’ordine Stoffel Vandoorne con la McLaren, 1’09″131, e Kimi Raikkonen con la Ferrari che ha realizzato il suo best lap in 1’09″637. Completati in totale 285 giri. 99 il numero di passaggi completato da Ricciardo e Raikkonen, 87 quelli di Vandoorne, vittima di un guasto tecnico negli ultimi scampoli della sessione.

15.40 – Si è concluso anche il decimo stint, con Ricciardo che ha bloccato i cronometri sull’1’09″764, più lento Raikkonen fermatosi a 1’10″743.

15.36 – Nel frattempo vi mostriamo le foto della McLaren di Vandoorne, gelosamente celata sotto un telo nero al suo rientro ai box sul carro attrezzi. Per il belga un problema tecnico.

15.34 – I tempi realizzati dagli unici due piloti in pista sono lenti perché il tracciato, appena bagnato artificialmente, non consente di migliorare le prestazioni, che si abbasseranno con il passare dei giri. Ricciardo si attesta sul ritmo dell’1’10.

15.22 – Bandiera verde: ne approfitta subito Kimi Raikkonen che rientra in pista con la sua Ferrari.

15.15 – Le gomme che montano la vettura di Ricciardo e quella di Raikkonen immortalate nelle immagini sottostanti sono del tipo “prototipale” ovvero dotate di una nuova tipologia di costruzione rispetto a quelle standard che invece riportano sulla spalla la scritta azzurra Pirelli.

15.11 – Sempre per ingannare il tempo in attesa che la McLaren torni nel suo garage, vi proponiamo qualche scatto direttamente dalla pit-lane e da bordo pista ad opera del nostro inviato al Paul Ricard, Simone Valtieri.

15.05 – Nel frattempo, approfittando della pausa forzata, riepiloghiamo la situazione dei giri percorsi visto che quella dei tempi non ha subito cambiamenti. Ricciardo e Raikkonen sono a 89 passaggi compiuti. Fermo invece a 87 Vandoorne.

15.02 – Prima bandiera rossa della giornata. Ferma lungo la pista la McLaren – Honda di Vandoorne, che non è rientrata ai box.

14.59 – Concluso anche il nono stint, ma senza particolari acuti. Questi i tempi realizzati dai tre piloti in pista: 1’09″366 per Daniel Ricciardo, 1’09″827 per Kimi Raikkonen e 1’10″116 per Stoffel Vandoorne.

14.51 – Dopo la consueta “irrigazione” dell’asfalto è iniziato anche il decimo turno, con Raikkonen che sta girando sul piede dell’1’13, mentre Ricciardo è già sceso sull’1’12″4.

14.50 – La Red Bull ha invece cambiato leggermente la cromatica della sua livrea, con il ritorno della scritta istituzionale sulla fiancata in rosso, mentre sul cofano campeggia quella del partner tecnico Tag Heuer, che fornisce il suo nome per il propulsore Renault. Per vedere la nuova aggregazione di colori bisognerà invece attendere mercoledì 17 febbraio, quando a Londra cadranno i veli sulla livrea 2016 della monoposto di Milton Keynes.

14.46 – Temperatura che sfiora quasi i dieci gradi quando siamo a poco più di due ore dal termine della sessione odierna. Facendo un breve calcolo e sommando i migliori tempi di settore, con Raikkonen che detiene il best nel T1 con 27.181, mentre Ricciardo ha il più veloce nel secondo con 41.152, il miglior tempo ideale di giornata si dovrebbe attestare a 1’08″333.

14.35 – Al termine dell’ottavo turno non hanno invece migliorato né Raikkonen con la Ferrari né Vandoorne con la McLaren. Le velocità massime nel primo settore sono le seguenti: Raikkonen 300 km/h, Ricciardo e Vandoorne 296. Nel secondo settore: Ricciardo 258, Kimi 257 e Vandoorne 254. Ricordiamo che girando sul tracciato corto i settori percorsi sono due.

14.30 – Daniel Ricciardo ha ottenuto il tempo di 1’08″728 in occasione dell’ottavo turno di giri prestabilito, a pochissimo dal best lap odierno e con il miglior crono nel secondo settore.

14.20 – Ricordiamo che per questi test, Pirelli ha imposto delle condizioni standard per quanto riguarda il set-up delle monoposto, che essendo da bagnato prevede una configurazione dedicata. Sull’ala posteriore della Ferrari di Raikkonen è presente un vistoso “gurney flap” montato sul profilo superiore dell’ala posteriore.

14.00 – Tutto pronto per l’ottavo turno della giornata. Gli aggiornamenti tarderanno un attimo perché il nostro Simone Valtieri si è spostato a bordo pista per seguire da vicino il passaggio delle monoposto e portarci qualche notizia fresca ‘dal campo’.

13.55 – Curiosità: ecco come si possono seguire le prove dai monitor presenti in sala stampa al Paul Ricard. Niente super regia televisiva per questi test…

13.45 – Riepiloghiamo intanto il totale dei giri percorsi: 61 per tutti e tre i piloti impegnati, anche se continuano i problemi al transponder di Ricciardo che compare sul monitor con sole 44 tornate completate.

13.40 – Irrigatori in azione per preparare la pista all’ottavo turno della giornata.

13.35 – Scollinata la metà giornata, ecco una nuova gallery dal Paul Ricard:

13.30 – Terminato anche questo turno, senza miglioramenti cronometrici.

13.25 – Spinge di più Ricciardo che arriva fino a 1’09″168, dopo essersi fermato pochi decimi sopra nei due giri precedenti.

13.20 – In pista siamo su tempi ancora superiori all’1’10”, ma c’è da segnalare che Raikkonen ha ritoccato la top speed di giornata, raggiungendo i 300 km/h sul rettilineo dimezzato del Mistral.

13.15 – Intanto arriva in questa mattinata un’altra notizia importante: la nuova Ferrari, nome in codice 667, ha superato i crash test.

13.10 – Si torna in pista per il settimo turno di giornata!

2.56 – Piloti nuovamente ai box, concluso anche il sesto stint di giornata. Nota sulle prestazioni: le monoposto non aprono il DRS sui rettilinei e i piloti si mantengono anche a distanza di sicurezza dai cordoli. La velocità più elevata finora è stata raggiunta da Raikkonen con 299 km/h.

12.54 – Tornano i tempi di Ricciardo e subito scopriamo che c’è stato un nuovo botta e risposta con Vandoorne: il talento della McLaren passa in 1’09″131, ma il pilota della Red Bull abbatte il muro dell’1’09” e fa segnare il tempo di 1’08″713. Più lontano Raikkonen che comunque si migliora con 1’09″637.

12.50 – Scendono i tempi e Vandoorne ci smentisce: prima fa 1’09″489, poi con 1’09″409 abbassa ancora il suo best giornaliero, ancora di un soffio dietro a Ricciardo. A proposito, in questo turno i tempi dell’australiano non compaiono sul monitor dei tempi.

12.45 – Difficilmente vedremo miglioramenti cronometrici in questo turno: al terzo passaggio Vandoorne fa 1’10″3, Raikkonen 1’10″7, siamo a circa un secondo dai migliori tempi visti finora. I piloti stanno girando con pneumatici non marchiati, come avvenuto anche nei turni precedenti, ad esclusione del primo.

12.40 – Si torna in pista! Primi giri come di consueto su tempi elevati, anche maggiori rispetto ai precedenti, tra l’1’12” e l’1’13”.

12.35 – Mentre tornano in azione gli irrigatori, eccovi una gallery della mattinata:

12.30 – Riassunto dei migliori tempi visti finora (5 turni): 1- D.Ricciardo 1’09″378 2- S.Vandoorne 1’09″536 3- K.Raikkonen 1’09″787

12.25 – Ricordiamo che sono presenti gli ispettori della FIA a controllare l’attività dei team, i quali possono solo modificare i setup della monoposto.

12.20 – Terminato anche il quinto turno di giornata. La temperatura dell’aria sale a 10 gradi.

12.16 – Nuovo record nel secondo settore per l’australiano: 41″58, ma il crono finale di 1’09″412 lo lascia dietro al miglior tempo di giornata che comunque gli appartiene.

12.14 – Vandoorne passa in 1’09″9, Ricciardo in 1’10″3.

12.12 – In evidenza Raikkonen che in questo turno sta facendo i migliori tempi: 1’09″858 (27″3 nel primo settore) e poi 1’09″754, suo miglior tempo di giornata.

12.05 – Siamo al quinto stint di giornata, i piloti lo cominciano girando tutti sopra l’1’11”. Il tempo alto sembra dovuto più al tipo di pneumatico montato ora che alla pista bagnata.

12.00 – Irrigatori nuovamente spenti, si riaccendono i motori!

11.55 – In attesa che ricominci l’azione al Paul Ricard, la notizia della mattina è senz’altro il ritorno nel paddock di Pat Fry. Eccovi l’articolo promesso: Manor, Pat Fry ingaggiato come consulente tecnico

11.48 – Di nuovo tutti ai box: in ogni turno ogni pilota riesce a fare tre o al massimo quattro giri, poi la pista passa rapidamente a condizioni di asfalto troppo asciutte per questi pneumatici pensati per la pioggia battente. 11.44 – Altro giro su tempi simili per Red Bull e McLaren, ma senza migliorarsi. Chi si migliora ancora è Raikkonen, finalmente a livello degli altri: 1’09″787 con nuovo record nel primo settore (27″55) e ancora 4 decimi persi sempre nel secondo settore.

11.41 – Botta e risposta tra Vandoorne e Ricciardo: 1’09″536 il belga, 1’09″378 l’australiano. Si migliora nettamente Raikkonen che scende a 1’10″083 con un primo settore record da 27″6. 11.38 – I piloti continuano a girare e la pista migliora velocemente: Raikkonen fa il suo miglior giro di oggi con 1’10″528, mentre Ricciardo abbassa il limite di giornata a 1’09″666. 11.35 – Vandoorne e Ricciardo girano sull’1’10″7, mentre Raikkonen ancora una volta è più lento, in particolare nel secondo settore, e non va oltre l’1’11″298.

11.30 – Tutti nuovamente in pista, con asfalto ancora più bagnato rispetto ai tre precedenti turni.

11.15 – Di nuovo tutti ai box.

11.10 – Tempi più alti in questa uscita, solo Raikkonen riesce a migliorarsi rispetto ai tempi precedenti (che erano nettamente più alti di quelli degli altri piloti): 1’11″331 e poi 1’11″147 per Iceman. Vandoorne con 1’10″178 continua comunque a essere molto più veloce, mentre Ricciardo dopo un giro lento è rientrato ai box.

11.05 – Intanto arriva in redazione la notizia che la Manor ha ingaggiato, dopo Nick Tombazis, un altro ex ferrarista: Pat Fry. A breve su FormulaPassion.it l’articolo con tutte le informazioni.

11.00 – Ritornano in pista i piloti, sempre nell’ordine visto nei due precedenti turni: Raikkonen, Ricciardo e Vandoorne.

10.52 – Motori ancora spenti, gli irrigatori sono ancora all’opera per rendere l’asfalto ‘full wet‘.

10.48 – Un tweet, tre passaggi del turno di prove appena completato:

10.42 – Di nuovi tutti dentro ai box del Paul Ricard.

10.40 – A ogni passaggio i tempi continuano ad abbassarsi sensibilmente, tranne per Raikkonen che nel secondo settore alza il piede: 1’10″868 e 1’10″649 Ricciardo, 1’10″938 e 1’10″005 Vandoorne. Raikkonen non va oltre 1’11″796 perdendo sempre nel secondo settore.

10.35 – Completato il primo giro cronometrato, con tempi che avevamo già visto nel precedente turno: 1’11″302 Ricciardo, 1’11″331 Vandoorne, 1’11″925 Raikkonen.

10.30 – Si riaccendono i motori al Paul Ricard: nuovamente in pista, contemporaneamente, Raikkonen, Ricciardo e Vandoorne.

10.20 – La pausa tecnica prosegue: al momento c’è un camion dei pompieri che gira contromano e gli irrigatori sono aperti per allagare nuovamente la pista.

10.08 – Prima uscita terminata per tutti i piloti che sono rientrati ai box.

10.05 – Ad ogni tornata la pista si pulisce e i tempi si abbassano notevolmente. Raikkonen dopo aver fatto registrare il record nel primo settore commette un errore, il tempo di riferimento viene firmato da Ricciardo che ferma io cronometro sull’1’11″528, Vandoorne è vicino staccato di meno di un decimo, più lontano Raikkonen che non è ancora sceso sotto il limite dell’1’13”.

10.02 – Al terzo passaggio il più veloce è Stoffel Vandoorne, 1’13″306 per il campione in carica della GP2, seguono Ricciardo in 1’13″833 e Kimi in 1’14″578.

10.00 – Ecco i primi tempi sul giro, 1’17″189 per Ricciardo, 1’18″707 per Raikkonen.

9.58 – Anche Stoffel Vandoorne raggiunge i colleghi sul tracciato.

9.57 –Semaforo verde! Tornano in pista Kimi Raikkonen e Daniel Ricciardo.

9.55 – Gli irrigatori artificiali non hanno proprio nulla da invidiare a un temporale coi fiocchi, ecco le condizioni della pista. La prossima genialata di Bernie Ecclestone sarà l’utilizzo di questo sistema in gara?

9.52 – E quelli di Stoffel Vandoorne, tra poco i piloti scenderanno di nuovo in pista per i primi long run dopo aver tutti effettuato l’installation lap.

9.50 – Ecco i primi metri del 2016 di Kimi Raikkonen.

9.45 – Oggi è il compleanno di Luca Badoer, 45 candeline sulla torta per l’ex pilota Minardi e Ferrari.

9.39 – Pit lane di nuovo chiusa e camion dei pompieri in pista. Il tracciato ha ancora bisogno di essere bagnato.

9.34 – Semaforo verde in fondo alla pit lane! Finalmente si comincia, in pista per l’installation lap la Ferrari di Kimi Raikkonen, la Red Bull di Daniel Ricciardo e la McLaren di Stoffel Vandoorne.

9.32 – Se vi stavate chiedendo quale delle tante configurazioni del circuito di Paul Ricard sarà utilizzata oggi eccola in bianco dall’account Twitter del collega Cristobal Rosaleny. Secca curva a gomito dopo il traguardo a destra sfruttando tutto il rettifilo, poi si percorreranno due terzi del rettilineo del Mistral senza la esse a metà. Dopo la curva ‘Les Signes’ tornantino a destra tagliando la lunga curva ‘Beausset’.

9.30 – Azionati nuovamente gli irrigatori, evidentemente la prima innaffiata non è stata sufficiente.

9.25 – Intanto ecco le prime dichiarazioni di Roberto Boccafogli, responsabile dell’ufficio stampa Pirelli: “I team non sapranno quali gomme proveranno. Ci saranno a disposizione due tipi di gomme, alcune marcate con la banda blu e altre non marcate, di quelle non marcate ci sono tanti prototipi da far provare. Se i prototipi daranno indicazioni positive verranno utilizzati con l’arrivo del Circus in Europa, sicuramente non nelle prime quattro gare”.

9.23 – La Safety Car ha percorso una tornata e poi ha fatto rientro ai box.

9.10 – Le condizioni atmosferiche presentano cielo coperto e una temperatura di 8,2°.

9.05 – Il primo ‘ruggito’ è quello della power unit Honda che equipaggia la McLaren di Stoffel Vandoorne, ma il belga non ha lasciato il box.

9.00 – Il semaforo in fondo alla pit lane è ancora rosso, al momento tutto tace, i monitor dei tempi sono spenti.

8.58 – Aperti gli irrigatori per bagnare il tracciato e permettere ai piloti di mettere alla prova gli pneumatici full wet, motivo per cui la Pirelli ha deciso di organizzare questa sessione di test suggerita dall’esperienza di Austin nella passata stagione.

8.55 – Anche la Pirelli su Twitter ci dà il buongiorno, ecco uno scorcio del panorama sul circuito di Paul Ricard.

8.50 – Daniel Ricciardo è un po’ spaesato, al risveglio dichiara sul suo account ufficiale Twitter di non sapere esattamente dove si trova.

Da FormulaPassion.it

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...