A proposito di Kimi

A proposito di Kimi, le risposte di Turrini–12/03/2016

@ferrarista raikkoniano. Kimi in Ferrari è circondato da una simpatia che alcuni proprio non riescono a giustificare. Ciò non significa che resterà a Maranello oltre il 2016. Io me lo auguro, vorrebbe dire che ha fatto parlare i risultati. Quanto a Verstappen, sì, lo prenderei.

@Victor61. Davvero, non conosco le abitudini private di Kimi. So che non è mai stato ostile alle bevande e credo che questa non sia una novità. Però io francamente ubriaco o intossicato di tabacco nel paddock non l’ho mai visto.

@Grumpy_Black 2. Penso che Raikkonen possa fare una buona stagione. Ho qualche dubbio sulla sua capacità di adattarsi alla strampalata formula ideata per le qualifiche,ma può darsi che il meccanismo, almeno all’inizio, colga di sorpresa più di un driver. Wait and see.

@luis64. I mondiali li vinci se hai una macchina almeno pari al livello del concorrente più forte. Regola aurea, che è valsa per tantissimi manici da paura. Se la Ferrari fosse ad altezza Mercedes, sarebbe Vettel il mio favorito, ma Raikkonen stupirebbe tanti…

@gian79. Conosco Arrivabene e so come la pensa. Se la macchina va (e anche se non va) la Ferrari non emette ordini di scuderia preventivi. Di sicuro Seb e Kimi non possano danneggiare gli interessi della Scuderia, ma davanti ci sta chi viaggia più forte, fidati.

goferrari. Sul cuore del problema mi sono già espresso e mi scuso se ho generato panico (don’t panic, I ‘ve goti t!). A Melbourne la Rossa sarà un poco diversa dai test ed è normale. A Maranello hanno i piedi per terra, sanno che non sarà facile. Il futuro di Kimi dipende da Kimi, fosse molto competitivo resterebbe.

@federico carlino. Spero che Kimi vinca prima di Spa. Sul resto hai ragione, tanti non hanno memoria, nel 2002 al giornale mi commissionarono una inchiesta sulla troppa noia nei Gp e già me l’avevano fatta fare, identica, nei primi anni Novanta. La nostalgia della giovinezza spinge talvolta a ricordare (male). Ma a me la memoria funziona ancora e vedo che funziona anche a te.

@gtv916c. Ho parlato con un viandante bulgaro che di mestiere fa il bookmaker. Le sue quote iridate: Hamilton 80%, Vettel 10%, Rosberg 6%, Raikkonen 3%, Mazgiorg 1%

@riccris. Ciao carissimo. Se Kimi andasse proprio in Mercedes, io lo sostituirei con Verstappen.

@guaro. Kimi è un grande pilota. Ha molti detrattori in Italia e moltissimi estimatori a livello globale. Se la macchina è buona, se la gioca con gli altri top drivers.

@Ferrari2015T. Credo che Kimi manco sappia chi sono. Io dopo Senna non ho più voluto essere amico di un pilota, intendo amico nel senso profondo del termine. Dubito che Raikkonen o Vettel leggano le mie scemenze. Al loro posto, io non le leggerei.

@devel. Se tra Vettel e Raikkonen vincono 7 Gran premi io vado a piedi da Piandelagotti al santuario di San Pellegrino, sull’Appennino. Mi auguro di fare la scarpinata, ma ho il dubbio che …

@Alex2781. L’attacco alla Mercedes arriverà da entrambi i piloti Ferrari, se ci saranno le condizioni per andare all’assalto. Con Arrivabene non esistono ordini di scuderia prefissati, ci sarà una gerarchia di comportamenti solo quando la matematica escluderà uno tra Seb e Kimi da discorsi grossi di classifica. Lo sanno tutti che a Maranello adesso funziona così: sta davanti chi va più forte e stop.

@079Max. Monza non la vedo bene. Kimi continua se quest’anno va forte. Dipende da lui, al netto del valore della macchina.

@lory. Ciao amica. Ci sono piccoli episodi, nella vita di un cronista, che è bene non svelare. A volte io faccio allusioni (tipo Abu Dhabi, ma potrei anche narrare di una notte in discoteca con gli ultimi due campioni del mondo con la Ferrari) a vicende che mi hanno divertito e che però debbono rimanere private. Nulla, comunque, che possa cambiare l’immagine o la storia dei personaggi in questione.

@Rossboss. In Red Bull dicono che immaginano di finire dietro alla Toro Rosso, per via delle power unit. E se lo dicono loro… Quanto al dopo Kimi per il 2017, la Ferrari ha alcune opzioni interessanti, fermo restando che se Raikkonen va forte lo tengono molto volentieri.

@mazgiorg. Fratello, o la Borsa o la vita. Meglio. O la Borsa o la corsa. So già che una delusione Ferrari nei Gp ci farà leggere amenità del tipo: si temono contraccolpi al listino di Piazza Affari o Wall Street! Ovviamente sono stronzate. Ma il mondo è pieno di gente che tutto pretende di conoscere e che ragiona per luoghi comuni. Secondo te e secondo me Soros ha messo i soldi nelle azioni Ferrari perché crede in Vettel e Raikkonen o perché crede nella unicità del marchio e nei profitti che la azienda può continuare a generare? La prima che ho detto. Ma se va male, fidati, ti racconteranno che Arrivabene e Raikkonen vanno cacciati perché deprimono il valore al listino. Per tua fortuna, io racconto cose diverse.

@zebaldo. Fidati, l’ho già detto. Nella Ferrari di Arrivabene una prima guida preventivamente designata non c’è. Sta davanti il più forte e stop. Poi, ripeto, se ad un certo punto della stagione uno dei drivers è in lizza e l’altro no, il secondo dovrà fare da gregario. Sono tutti d’accordo, da Vettel a Kimi, non esiste problema, la cosa fondamentale è che non si diano fastidio in gara danneggiando gli interessi della Scuderia. Anzi la speranza comune è che entrambi i piloti abbiano interessi di classifica fino alla fine.

@rob1. Kimi e il futuro sono figli dei risultati che il diretto interessato saprà ottenere. Se la storia arrivasse all’epilogo, come detto io punterei su Verstappen.

@AlphArAve Ribadisco: in Ferrari vogliono bene a Raikkonen, è il beniamino del gruppo, ha anche una certa età, la sua permanenza oltre 2016 sarà, giustamente, una conseguenza dei rendimenti suoi in pista.

@WleRosse. Sull’ultimo segreto ho già spiegato. Sul 2008, uhm, te le racconto così. Se ne va Todt, che era stato il grande protettore di Raikkonen in Ferrari. Montezemolo comincia a dire che tocca a Massa. Effettivamente Felipe fa una gran stagione e senza talune sfighe si sarebbe laureato campione. Ma Kimi fu sfigato almeno quanto lui (le gomme di Silverstone, la mancata vittoria in Francia, Kubica che lo tampona in Canada) e ovviamente nessuno (tranne uno) segnalò la cosa, sempre per via di certi meccanismi mediatici che ho illustrato abbondantemente altrove. Sugli interventi tecnici apportati alla vettura, è vero che ci furono nell’arco della stagione e che furono apprezzati di più da Felipe, poi da lì a dire che fu un complotto studiato a tavolino contro il Santo Bevitore, beh, io non l’ho mai pensato, men che meno scritto. Chiudiamola così: un campione in carica (e Kimi lo era) con Todt ancora al muretto sarebbe stato trattato diversamente? Risposta mia: sì. E sfido chiunque a darmi torto.

@jeuthy85. Se la Ferrari lottasse per il titolo e Kimi fosse davanti a Vettel e a un certo punto Seb fosse matematicamente escluso dai giochi e il finlandese no, ecco, il tedesco aiuterebbe il Santo Bevitore (e viceversa, s’intende). Non esiste problema su questo, a livello teorico le indicazioni sono chiarissime e se accadesse quanto da te prospettato io sono convinto che non ci sarebbero problemi nemmeno nella pratica. Quanto al pronostico, a me basterebbe una Rossa ad altezza Mercedes, sarebbe importantissimo giocarsela spesso e volentieri.

Da Blog.quotidiano.net

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...