A proposito di Kimi

Articoli con tag “Autosprint

Rassegna stampa, Autosprint


Da Autosprint n.30 del 28/07/2015: https://onedrive.live.com/redir?resid=23B1ABFF33CAB8A4!21033&authkey=!AOr0EglluqdBo_s&ithint=folder%2c


Da Autosprint n.32-33 dell’11/08/2015: https://onedrive.live.com/?cid=23b1abff33cab8a4&id=23B1ABFF33CAB8A4!21032&ithint=folder,&authkey=!AI1rUI9lP-8NENs


Rassegna stampa, Autosprint


Da Autosprint n.26 del 30/06/2015:

https://onedrive.live.com/redir?resid=23B1ABFF33CAB8A4!18113&authkey=!AN8CpAiuu1sGLDc&ithint=folder%2c

Da Autosprint n.27 del 07/07/2015:

https://onedrive.live.com/redir?resid=23B1ABFF33CAB8A4!18114&authkey=!APL95tCeCd4tXwQ&ithint=folder%2c

 


Rassegna stampa post GP Canada, Autosprint


Da Autosprint n.23 del 09/06/2015

  

 


L’ennesimo enigma–03/06/2015


 

 

Da Autosprint n.22 del 03/06/2015


Autosprint post GP Monaco–30/05/2015


Da Autosprint n.21 del 28 maggio 2015

  

  

  


Post GP Bahrain, rassegna stampa


Tuttosport del 20/04/2015

Gazzetta dello Sport del 20/04/2015

I sudori freddi dei tedeschi Le scelte Rosse

L a Mercedes suda. Non soltanto causa temperature del Bahrain. Alcune gocce di sudore sono infatti comparse sulle splendide carrozzerie argentate, sulle fronti di Niki Lauda e di Toto Wolff, tutta gente abituata al fresco. La ragione è evidente: Ferrari. Sempre lì, pronta ad approfittare di ogni errore, protagonista di una continua progressione. Uno scenario per molti versi inatteso, preoccupazioni tedesche attenuate dal solo Hamilton, alla larga da ogni contrattempo. Il bello accade, accadrà alle sue spalle. La gara araba ha sollevato qualche tema torrido. Dal podio è mancato il solo Vettel. Che ha subito tre sorpassi da Rosberg, dato per ragazzo in crisi psicomotoria eppure vispo, anche se battuto. Sul podio, dopo 25 gare, è salito Raikkonen, autorizzato ora a montarsi la testa. Il risultato è che Vettel ha perso il 2° posto nel Mondiale al termine di una domenica storta. Capita. Ma ora Kimi potrebbe insistere, gratificando i suoi tifosi ma creando un primo, inatteso imbarazzo a Maranello, soprattutto considerando quanto suggerito dai primi 4 Gp: sognare in grande si può. Lo dimostrano i risultati, il cronometro e l?andamento di una stagione che potrebbe riservare sorprese enormi. Dunque, se l?ipotesi conquista del Mondiale, pur segretamente, regge, toccherà lanciare uno sfidante. Vettel è a meno 28 da Ginetto. Raikkonen a meno 51. In teoria la discussione muore qui. A meno che la Ferrari consideri Hamilton già campione, a meno che consideri Rosberg già un gregario. Lasciando così libertà ai propri piloti, destinati a vincere al massimo, qualche tappa.

Da Corriere.it


Da Autosprint n.16 del 21/04/2015

   

   

   

   


Rassegna stampa post GP Cina, Autosprint


Da Autosprint n.15 del 14/04/2015