A proposito di Kimi

Articoli con tag “Williams

Sfida con la Williams


Kimi Raikkonen: Ferrari will respond to Williams F1 challenge

Kimi Raikkonen believes Ferrari will be back stronger after an off-colour British Grand Prix showing, but Formula 1 rival Felipe Massa says Williams is in now in the fight with the Scuderia.

Ferrari spent most of the race in the lower-end of the points, while Williams’ Massa and Valtteri Bottas fought with Mercedes, before the rain came, allowing Sebastian Vettel to jump ahead into third.

Raikkonen, who finished eighth after his gamble to make an early switch to intermediates did not pay off, said he felt Silverstone was an anomaly and expects Ferrari to be stronger in the upcoming races.

"We’ve seen at other circuits it depends a lot on the layout of the circuit and what tyres we run," said the Finn.

"I expect it to be a different story in the next race and at different circuits again.

"Silverstone is not ideal for us – the layout, conditions and tyres – but we have to improve and we have to try to get better whatever circuit it is.

"Hungary I’m sure it will [be better]. Silverstone was not the ideal weekend.

"The others were a bit faster. I’m sure it will be a bit more easy there but we will see."

But Massa believes that after a slow start to the season, Williams is now showing enough performance in both qualifying and race to consider it a big rival to Ferrari going forward.

"Unfortunately we started the season a little bit behind but maybe Sunday was a very interesting race to catch the Ferraris a little bit," he said.

"We have a quicker car in qualifying and in the race at Silverstone which has never happened this season. It shows we are in the fight.

"In Austria, we had the upgrades arrive in the car but it was not working the right way.

"But we understood where to make it work at Silverstone and everything we tried to change from the last race to this race it worked and the car was quicker.

"So I think we’re showing one more time we know how to develop the car from the first race to the last race."

Da Autosport.com

 


The One That Got Away, parla Parr –13/01/2013


Adam Parr, “Nel 2012 Räikkönen l’avrei preso”

La trattativa è poi sfumata in parte per scetticismo e in parte per timore di non garantire una buona macchina

In origine per Kimi Räikkönen il ritorno in F1 avrebbe dovuto avvenire alla Williams, poi però come tutti sappiamo la Lotus ha avuto la meglio. A distanza ormai di oltre un anno da quei momenti di trattative il capo esecutivo della scuderia inglese Adam Parr ha spiegato ad Autosport i principali motivi per cui il fininco non si è unito a loro.

“C’era qualcuno all’interno del team che voleva prenderlo, altri invece sostenevano che avremmo commesso un errore madornale” – racconta il manager – “Personalmente io l’avrei preso ma alla fine giunsi alla conclusione che era troppo rischioso e seppure parlandogli ero rimasto impressionato dalla sua fame e determinazione, rimaneva sempre l’incognita sul suo effettivo valore e poi non sapevamo neppure se la nostra macchina sarebbe stata abbastanza competitiva”.

Da f1grandprix.motorionline.com


Le verità nascoste… Autosprint n.49–04/12/2012


[…] E proprio nel karting inizia ad evidenziarsi un’altra caratteristica dei piloti finlandesi: la loro naturale attitudine a saper gestire la pressione. Gli esami non sembrano essere un problema, almeno non sul fronte emotivo. Quando Kimi Raikkonen passò da una Formula Renault 2.0 ad una Formula1 (un salto unico nell’automobilismo degli ultimi trent’anni) si parlò di un’apparente sicurezza figlia di una più logica incoscienza. E fu un errore, perché Kimi negli anni ha dimostrato di essere proprio così. "Iceman" di fatto, ma non per questo distaccato e carente sul fronte professionale. Hakkinen, come Raikkonen e lo stesso Bottas, hanno sempre manifestato un grande interesse per la tecnica, e sono preparatissimi quando si tratta di dialogare con gli ingegneri. "Lavorare con Kimi credo sia il sogno di tutti gli ingegneri – confermava il suo data-engineer dopo la vittoria di Abu Dhabi – quando si ferma ai box fa una radiografia perfetta della situazione con una competenza impressionante". […]


La telenovela continua…–22/11/2011


Da Autosprint n. 47 del 22/11/2011:


Trattativa Williams, speculazioni–20/11/2011


Da Tomorrownewsf1.com

Räikkönen-Williams: questione di stipendio

Le voci intorno a Kimi Räikkönen si susseguono. La stampa tedesca attende un annuncio prima del GP del Brasile da parte della Williams. Ma le negoziazioni tra la squadra inglese e gli agenti del pilota finlandese sembrano girare attorno a un punto preciso: lo stipendio.

Ritenuto un pilota costoso, Räikkönen dalla sua uscita dalla F1, ha visto tuttavia il suo valore abbassarsi col tempo. Di fatto, è un gioco della famiglia Robertson (che si occupa della gestione di Räikkönen) con il team Williams, intorno al ritorno del pilota finlandese. Gli agenti hanno lasciato intendere tramite la stampa tedesca (loro terreno di gioco favorito) che lo stipendio del campione del mondo 2007 nel 2012 sarebbe di 30 milioni di euro. Un salario elevato tanto quanto quello di Fernando Alonso e tre volte maggiore di quello di Sebastian Vettel.

Tuttavia, questo stipendio sembra troppo elevato per la scuderia inglese che ha fatto una contro proposta che non sembra aver soddisfatto gli agenti del pilota finlandese. Williams proporrebbe la stessa somma spalmata su due anni circa: con una quota fissa e un’altra sotto forma di premio sui risultati molto importante. Sembrerebbe che questo famoso premio si sia trasformato in stock options (con circa il 10-15% delle azioni Williams). Questo gioco di trattative dovrà tuttavia essere accelerato, visto che un’altra voce ha cominciato a circolare.

Auto Motor und Sport ha confermato quello che era stato un rumor, il 7 novembre scorso, tra il GP d’India e quello di Abu Dhabi: ovvero che i Robertson hanno contattato anche la Lotus Renault. Soprattutto per fare reagire la Williams.


La Williams… e le altre?–18/11/2011


Räikkönen pensa a Mercedes

Il finlandese ex campione del mondo firmerà un contratto di una sola stagione con la Williams. Ma l’obiettivo è il 2013 con la stella a tre punte

Manca solo l’ufficialità. Ma ormai il rientro di Kimi Raikkonen nel mondiale di F.1 è cosa fatta. L’ex ferrarista dopo la sua esperienza nel campionato del mondo rally è pronto a firmare il contratto che lo legherà, per una sola stagione, alla Williams.
Ma sarebbe solo il primo passo per il finlandese e il suo manager Steve Robertson che stanno sondando il terreno per approdare nel 2013 alla Mercedes. Un progetto al quale l’entourage di Raikkonen sta lavorando anche per consentire al pilota di percepire un ingaggio simile a quello che l’ex campione del mondo prendeva nei suoi ultimi anni in Ferrari.
Nel frattempo l’approdo di Kimi alla Williams è legato sostanzialmente al simultaneo accordo con la Banca del Qatar, sponsor dell’operazione, la Williams ha comunque pronto il programma di riserva, che a Groove sperano a questo punto di non dover mettere in pratica. Alle candidature di Adrian Sutil e Giedo Van der Garde sarebbe preferita quella dell’attuale terzo pilota del team, il finlandese Valtteri Bottas.

Da Auto.it


Da Formula1.com, intervista a Eric Boullier (Lotus/Renault)

[…] Q: What about Kimi Raikkonen?
EB: What about him? I have just explained how we want to go about our driver line-up for next season. But yes, there has been contact – look at this call (Boullier holds up his mobile phone) – this was from his manager. […]


Kimi Räikkönen vorrebbe acquisire delle quote della Williams

Kimi Raikkonen non è alla semplice ricerca di un sedile in Williams, ma sarebbe addirittura intenzionato a prendere una quota del team, secondo le indiscrezioni.
Raikkonen viene creduto sulla via di stringere un importante accordo con la Williams, e le indiscrezioni riportano che l’accordo sa già stato siglato, mentre altre dicono che l’accordo sia ancora nelle fasi iniziali.

Secondo il giornalista britannico Joe Saward “Non è così facile, come nelle altre trattative con i piloti, dato che ho sentito che Raikkonen sembra intenzionato ad acquisire delle quote del team”.

Frank Williams e Patrick Head sono ancora in pieno controllo del team, con Sir Frank a possedere la quota più grossa della squadra.

Tuttavia, quest’intenzione da parte di Raikkonen, di voler acquisire delle quote e non essere solo un pilota, potrebbero essere un ostacolo nelle trattative, giacché Sir Frank è notoriamente restio a cedere il comando, anche per poco, a qualcun altro.

Da f1grandprix.motorionline.com


Voci sul futuro di Kimi, commenti dei media italiani–16/11/2011


Da Autosprint n.46 del 15/11/2011:


Da Raisport del 16/11/2011 (http://www.mediafire.com/?kq4c6zhtltacgla):